Art. 521 c.p.p.

Da Diritto Pratico.

vai all'articolo precedente: Art. 520 c.p.p. vai all'articolo successivo: Art. 521-bis c.p.p.

Art. 521 c.p.p. (Correlazione tra l'imputazione contestata e la sentenza) approfondisci

1. Nella sentenza il giudice può dare al fatto una definizione giuridica diversa da quella enunciata nell'imputazione, purchè il reato non ecceda la sua competenza nè risulti attribuito alla congizione del tribunale in composizione collegiale anzichè monocratica . . . . (90a)
2. Il giudice dispone con ordinanza la trasmissione degli atti al pubblico ministero se accerta che il fatto è diverso da come descritto nel decreto che dispone il giudizio ovvero nella contestazione effettuata a norma degli articoli 516, 517 e 518 comma 2.
3. Nello stesso modo il giudice procede se il pubblico ministero ha effettuato una nuova contestazione fuori dei casi previsti dagli articoli 516, 517 e 518 comma 2.