Art. 217 c.p.p.

Da Diritto Pratico.

vai all'articolo precedente: Art. 216 c.p.p. vai all'articolo successivo: Art. 218 c.p.p.

Art. 217 c.p.p. (Pluralità di ricognizioni) approfondisci

1. Quando più persone sono chiamate ad eseguire la ricognizione della medesima persona o del medesimo oggetto, il giudice procede con atti separati, impedendo ogni comunicazione tra chi ha compiuto la ricognizione e coloro che devono ancora eseguirla.
2. Se una stessa persona deve eseguire la ricognizione di più persone o di più oggetti, il giudice provvede, per ogni atto, in modo che la persona o l'oggetto sottoposti a ricognizione siano collocati tra persone od oggetti diversi.
3. Si applicano le disposizioni degli articoli precedenti.