Art. 90 c.p.p.

Da Diritto Pratico.

vai all'articolo precedente: Art. 89 c.p.p. vai all'articolo successivo: Art. 91 c.p.p.

Art. 90 c.p.p. (Diritti e facoltà della persona offesa dal reato) approfondisci

1. La persona offesa dal reato, oltre ad esercitare i diritti e le facoltà ad essa espressamente riconosciuti dalla legge, in ogni stato e grado del procedimento può presentare memorie e, con esclusione del giudizio di cassazione, indicare elementi di prova.
2. La persona offesa minore, interdetta per infermità di mente o inabilitata esercita le facoltà e i diritti a essa attribuiti a mezzo dei soggetti indicati negli articoli 120 e 121 del codice penale.
3. Qualora la persona offesa sia deceduta in conseguenza del reato, le facoltà e i diritti previsti dalla legge sono esercitati dai prossimi congiunti di essa.