Art. 33 c.p.p.

Da Diritto Pratico.

vai all'articolo precedente: Art. 32 c.p.p. vai all'articolo successivo: Art. 33-bis c.p.p.

Art. 33 c.p.p. (Capacità del giudice) approfondisci

1. Le condizioni di capacità del giudice e il numero dei giudici necessario per costituire i collegi sono stabiliti dalle leggi di ordinamento giudiziario.
2. Non si considerano attinenti alla capacità del giudice le disposizioni sulla destinazione del giudice agli uffici giudiziari e alle sezioni, sulla formazione dei collegi e sulla assegnazione dei processi a sezioni, collegi e giudici.
3. Non si considerano altresì attinenti alla capacità del giudice nè al numero dei giudici necessario per costituire l'organo giudicante le disposizioni sull'attribuzione degli affari penali al tribunale collegiale o monocratico. 90a