Art. 138 c.p.p.

Da Diritto Pratico.

vai all'articolo precedente: Art. 137 c.p.p. vai all'articolo successivo: Art. 139 c.p.p.

Art. 138 c.p.p. (Trascrizione del verbale redatto con il mezzo della stenotipia) approfondisci

1. Salvo quanto previsto dall'articolo 483 comma 2, i nastri impressi con i caratteri della stenotipia sono trascritti in caratteri comuni non oltre il giorno successivo a quello in cui sono stati formati. Essi sono uniti agli atti del processo, insieme con la trascrizione.
2. Se la persona che ha impresso i nastri è impedita, il giudice dispone che la trascrizione sia affidata a persona idonea anche estranea all'amministrazione dello Stato.