Barriere architettoniche in condominio: procedura

Da Diritto Pratico.

Sei un professionista?

Scopri come Diritto Pratico può aiutarti a promuovere gratuitamente la Tua attività

Un invalido grave che risiede in un appartamento di proprietà sito in un condominio può installare un servoscala per raggiungere l'ascensore? Quale procedura occorre seguire?

La Legge 9 gennaio 1989, n. 13 detta le disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati; secondo quanto stabilito dall'art. 2 della stessa legge è possibile richiedere all'assemblea condominiale la deliberazione sulla richiesta di installazione del bene volto al superamento della barriera architettonica. Il portatore di handicap deve avanzare richiesta scritta all'assemblea condominiale, la cui deliberazione è approvata in prima o in seconda convocazione, con le maggioranze previste dall'art. 1136, secondo e terzo comma del codice civile. Nel caso in cui il condominio rifiuti di assumere o non assuma, entro tre mesi dalla richiesta fatta per iscritto, le deliberazioni, i portatori di handicap o chi ne esercita la tutela o la potesta' possono  installare, a proprie spese, servoscala nonche' strutture mobili e facilmente rimovibili e possono  anche  modificare l'ampiezza  delle  porte  d'accesso, al fine di rendere piu' agevole l'accesso agli edifici, agli ascensori e alle rampe dei garages.

Dati estratti dal dataset "Enciclopedia delle Domande e Risposte" realizzato da FormezPA e ridistribuiti sul wiki di Diritto Pratico nel rispetto della licenza Italian Open Data License v2.0.

Puoi modificare, integrare, correggere e aggiornare le informazioni di questa pagina o inserirne di nuove (note, commenti, link ad approfondimenti e articoli). Se non sai come fare consulta le pagine di aiuto o chiedi supporto sul forum.