Assegno di maternità comunale: Comune di residenza

Da Diritto Pratico.

Sei un professionista?

Scopri come Diritto Pratico può aiutarti a promuovere gratuitamente la Tua attività

Che rilevanza ha il Comune di residenza quando si compila la domanda per accedere all'assegno di maternità comunale?

La domanda di assegno di maternità comunale deve essere presentata al proprio Comune di residenza necessariamente entro sei mesi dalla nascita del figlio o dall’ingresso in famiglia del minore adottato/affidato. Inoltre nel caso in cui l’assegno venga richiesto da un soggetto diverso dalla madre (padre, coniuge della donna adottiva o affidataria, unico affidatario), la domanda deve essere presentata al Comune di residenza del richiedente entro il termine di sei mesi dalla scadenza del termine concesso alla madre, cioè entro un anno dalla nascita (o dalla data di ingresso del minore nella famiglia anagrafica della donna che lo ha ricevuto in adozione o in affidamento). In caso di decesso della madre, la domanda deve essere presentata al Comune di residenza della persona deceduta. La domanda può essere presentata anche durante il termine concesso alla madre (cioè durante i sei mesi dalla nascita) quando sia documentato il decesso o risulti il diritto esclusivo del padre. Per maggiori informazioni consultare il sito dell'Inps: Assegno di maternità dei Comuni; Assegno di maternità dei Comuni-Approfondimenti

Dati estratti dal dataset "Enciclopedia delle Domande e Risposte" realizzato da FormezPA e ridistribuiti sul wiki di Diritto Pratico nel rispetto della licenza Italian Open Data License v2.0.

Puoi modificare, integrare, correggere e aggiornare le informazioni di questa pagina o inserirne di nuove (note, commenti, link ad approfondimenti e articoli). Se non sai come fare consulta le pagine di aiuto o chiedi supporto sul forum.