Anzianità contributiva per lavoro part time

Da Diritto Pratico.

Sei un professionista?

Scopri come Diritto Pratico può aiutarti a promuovere gratuitamente la Tua attività

Come viene conteggiata l'anzianità contributiva del lavoratore dipendente pubblico con contratto part time?

Il periodo di lavoro prestato a tempo parziale dal dipendente pubblico, ai fini del diritto al trattamento pensionistico, è valutato come servizio a tempo pieno. Per quanto riguarda l’ammontare del trattamento di pensione, l’anzianità per i periodi di part-time è calcolata in proporzione all’orario effettivamente svolto. La retribuzione da prendere a base per la determinazione del trattamento pensionistico è pari a quella prevista dalla contrattazione collettiva per la corrispondente posizione di lavoro a tempo pieno, mentre i contributi devono essere versati in relazione all’effettiva retribuzione corrisposta. Il periodo non valutabile ai fini della misura del trattamento di pensione può essere riscattato oppure coperto da contribuzione volontaria; il riscatto o la prosecuzione volontaria può essere esercitata solo per i periodi di part-time successivi al 31 dicembre 1996.

Dati estratti dal dataset "Enciclopedia delle Domande e Risposte" realizzato da FormezPA e ridistribuiti sul wiki di Diritto Pratico nel rispetto della licenza Italian Open Data License v2.0.

Puoi modificare, integrare, correggere e aggiornare le informazioni di questa pagina o inserirne di nuove (note, commenti, link ad approfondimenti e articoli). Se non sai come fare consulta le pagine di aiuto o chiedi supporto sul forum.