Accertamento dell'invalidità: decesso del richiedente

Da Diritto Pratico.

Sei un professionista?

Scopri come Diritto Pratico può aiutarti a promuovere gratuitamente la Tua attività

Nel caso il cui l'interessato, dopo aver presentato domanda di invalidità civile deceda prima di aver effettuato la visita presso la Commissione medica, è possibile concludere l'iter di accertamento?   

Secondo quanto stabilito dal Decreto del Presidente della Repubblica del 21 settembre 1994, n. 698 articolo 1 comma 8, nel caso in cui, presentata l'istanza di accertamento dell'invalidità civile, di cecità o di sordità, avvenga il decesso del richiedente prima della visita medico-legale, gli eredi hanno il diritto di richiedere una valutazione sugli atti (accertamento post mortem) presentando una richiesta alla Segreteria della Commissione invalidi civili. La valutazione della Commissione medica sarà espressa unicamente sulla base della documentazione sanitaria agli atti, rilasciata da strutture pubbliche o accreditate in data antecedente il decesso e comprovanti in modo certo l'esistenza delle infermità. In tal modo sarà possibile la formulazione di un giudizio medico-legale compiuto.

Dati estratti dal dataset "Enciclopedia delle Domande e Risposte" realizzato da FormezPA e ridistribuiti sul wiki di Diritto Pratico nel rispetto della licenza Italian Open Data License v2.0.

Puoi modificare, integrare, correggere e aggiornare le informazioni di questa pagina o inserirne di nuove (note, commenti, link ad approfondimenti e articoli). Se non sai come fare consulta le pagine di aiuto o chiedi supporto sul forum.