Art. 66 DLT 82-2005

Da Diritto Pratico.
Versione del 16 lug 2014 alle 19:49 di Claudio (Discussione | contributi) (Aggiornamento CAD)

vai all'articolo precedente: Art. 65 DLT 82-2005 vai all'articolo successivo: Art. 67 DLT 82-2005

Art. 66 DLT 82-2005 (Carta d'identit� elettronica e carta nazionale dei servizi) approfondisci

1. Le caratteristiche e le modalit� per il rilascio, della carta
d'identit� elettronica, e dell'analogo documento, rilasciato a seguito della denuncia di nascita e prima del compimento dell'et� prevista dalla legge per il rilascio della carta d'identit� elettronica, sono definite con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, adottato su proposta del Ministro dell'interno, di concerto con il Ministro per la funzione pubblica, con il Ministro per l'innovazione e le tecnologie e con il Ministro dell'economia e delle finanze, sentito il Garante per la protezione dei dati personali e d'intesa con la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.
2. Le caratteristiche e le modalit� per il rilascio, per la
diffusione e l'uso della carta nazionale dei servizi sono definite con uno o pi� regolamenti, ai sensi dell'articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, adottati su proposta congiunta dei Ministri per la funzione pubblica e per l'innovazione e le tecnologie, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, sentito il Garante per la protezione dei dati personali e d'intesa con la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, nel rispetto dei seguenti principi:
a) all'emissione della carta nazionale dei servizi provvedono, su
richiesta del soggetto interessato, le pubbliche amministrazioni che intendono rilasciarla;
b) l'onere economico di produzione e rilascio delle carte
nazionale dei servizi � a carico delle singole amministrazioni che le emettono;
c) eventuali indicazioni di carattere individuale connesse
all'erogazione dei servizi al cittadino, sono possibili nei limiti di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196;
d) le pubbliche amministrazioni che erogano servizi in rete
devono consentirne l'accesso ai titolari delle carta nazionale dei servizi indipendentemente dall'ente di emissione, che � responsabile del suo rilascio;
e) la carta nazionale dei servizi pu� essere utilizzata anche
per i pagamenti informatici tra soggetti privati e pubbliche amministrazioni, secondo quanto previsto dalla normativa vigente.
3. La carta d'identit� elettronica e l'analogo documento,
rilasciato a seguito della denuncia di nascita e prima del compimento dell'et� prevista dalla legge per il rilascio della carta d'identit� elettronica, devono contenere:
a) i dati identificativi della persona;
b) il codice fiscale.
4. La carta d'identit� elettronica e l'analogo documento,
rilasciato a seguito della denuncia di nascita e prima del compimento dell'et� prevista dalla legge per il rilascio della carta d'identit� elettronica, possono contenere, a richiesta dell'interessato ove si tratti di dati sensibili:
a) l'indicazione del gruppo sanguigno;
b) le opzioni di carattere sanitario previste dalla legge;
c) i dati biometrici indicati col decreto di cui al comma 1, con
esclusione, in ogni caso, del DNA;
d) tutti gli altri dati utili al fine di razionalizzare e
semplificare l'azione amministrativa e i servizi resi al cittadino, anche per mezzo dei portali, nel rispetto della normativa in materia di riservatezza;
e) le procedure informatiche e le informazioni che possono o
debbono essere conosciute dalla pubblica amministrazione e da altri soggetti, occorrenti per la firma elettronica.
5. La carta d'identit� elettronica e la carta nazionale dei
servizi possono essere utilizzate quali strumenti di autenticazione telematica per l'effettuazione di pagamenti tra soggetti privati e pubbliche amministrazioni, secondo le modalit� stabilite con le regole tecniche di cui all'articolo 71, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, sentita la Banca d'Italia.
6. Con decreto del Ministro dell'interno, del Ministro per
l'innovazione e le tecnologie e del Ministro dell'economia e delle finanze, sentito il Garante per la protezione dei dati personali e d'intesa con la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sono dettate le regole tecniche e di sicurezza relative alle tecnologie e ai materiali utilizzati per la produzione della carta di identit� elettronica, del documento di identit� elettronico e della carta nazionale dei servizi, nonch� le modalit� di impiego.
7. Nel rispetto della disciplina generale fissata dai decreti di
cui al presente articolo e delle vigenti disposizioni in materia di protezione dei dati personali, le pubbliche amministrazioni, nell'ambito dei rispettivi ordinamenti, possono sperimentare modalit� di utilizzazione dei documenti di cui al presente articolo per l'erogazione di ulteriori servizi o utilit�.
8. Le tessere di riconoscimento rilasciate dalle amministrazioni
dello Stato ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 luglio 1967, n. 851, possono essere realizzate anche con modalit� elettroniche e contenere le funzionalit� della carta nazionale dei servizi per consentire l'accesso per via telematica ai servizi erogati in rete dalle pubbliche amministrazioni.
8-bis. Fino al 31 dicembre 2011, la carta nazionale dei servizi e
le altre carte elettroniche ad essa conformi possono essere rilasciate anche ai titolari di carta di identit� elettronica.