Art. 573 c.p.

Da Diritto Pratico.
Versione del 1 ago 2014 alle 17:00 di Claudio (Discussione | contributi) (Aggiornamento Codice Penale)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

vai all'articolo precedente: Art. 572 c.p. vai all'articolo successivo: Art. 574 c.p.

Art. 573 c.p. (Sottrazione consensuale di minorenni) approfondisci

Chiunque sottrae un minore, che abbia compiuto gli anni quattordici, col consenso di esso, al genitore esercente la responsabilità genitoriale o al tutore , ovvero lo ritiene contro la volontà del medesimo genitore o tutore, è punito, a querela di questo , con la reclusione fino a due anni.
La pena è diminuita , se il fatto è commesso per fine di matrimonio; è aumentata , se è commesso per fine di libidine.
Si applicano le disposizioni degli articoli 525 e 544.