Art. 57-bis DLT 82-2005: differenze tra le versioni

Da Diritto Pratico.
(Codice amministrazione digitale)
 
(Aggiornamento CAD)
 
(10 versioni intermedie di uno stesso utente non sono mostrate)
Riga 1: Riga 1:
{{Articolo|Art. 57-bis DLT 82-2005 (Indice degli indirizzi delle pubbliche amministrazioni)|1. Al fine di assicurare la pubblicità dei riferimenti telematici delle pubbliche amministrazioni e dei gestori dei pubblici servizi è istituito l'indice degli indirizzi della pubblica amministrazione e dei gestori di pubblici servizi, nel quale sono indicati gli indirizzi di posta elettronica certificata da utilizzare per le comunicazioni e per lo scambio di informazioni e per l'invio di documenti a tutti gli effetti di legge tra le pubbliche amministrazioni, i gestori di pubblici servizi ed i privati.<br />2. La realizzazione e la gestione dell'indice sono affidate a DigitPA, che può utilizzare a tal fine elenchi e repertori già formati dalle amministrazioni pubbliche.<br />3. Le amministrazioni aggiornano gli indirizzi e i contenuti dell'indice tempestivamente e comunque con cadenza almeno semestrale secondo le indicazioni di DigitPA. La mancata comunicazione degli elementi necessari al completamento dell'indice e del loro aggiornamento è valutata ai fini della responsabilità dirigenziale e dell'attribuzione della retribuzione di risultato ai dirigenti responsabili.<br /><br />[[Art. 57 DLT 82-2005|* vai all'articolo precedente: Art. 57 DLT 82-2005 (Moduli e formulari)]]<br />[[Art. 58 DLT 82-2005|* vai all'articolo successivo: Art. 58 DLT 82-2005 (Modalità della fruibilità del dato)]]}}[[category:Codice amministrazione digitale]]
+
{{norma
 +
|rubrica=Art. 57-bis DLT 82-2005 (Indice degli indirizzi delle pubbliche amministrazioni)
 +
|articolo=1. Al fine di assicurare la pubblicità dei riferimenti telematici delle pubbliche amministrazioni e dei gestori dei pubblici servizi è istituito l'indice degli indirizzi della pubblica amministrazione e dei gestori di pubblici servizi, nel quale sono indicati gli indirizzi di posta elettronica certificata da utilizzare per le comunicazioni e per lo scambio di informazioni e per l'invio di documenti a tutti gli effetti di legge tra le pubbliche amministrazioni, i gestori di pubblici servizi ed i privati. <br />2. La realizzazione e la gestione dell'indice sono affidate a DigitPA, che può utilizzare a tal fine elenchi e repertori già formati dalle amministrazioni pubbliche. <br />3. Le amministrazioni aggiornano gli indirizzi e i contenuti dell'indice tempestivamente e comunque con cadenza almeno semestrale secondo le indicazioni di DigitPA. La mancata comunicazione degli elementi necessari al completamento dell'indice e del loro aggiornamento è valutata ai fini della responsabilità dirigenziale e dell'attribuzione della retribuzione di risultato ai dirigenti responsabili. <br />
 +
|precedente=Art. 57 DLT 82-2005
 +
|prec_rubrica=Moduli e formulari
 +
|successiva=Art. 58 DLT 82-2005
 +
|succ_rubrica=Modalità della fruibilità del dato
 +
|provvedimento=DLT 82-2005
 +
|descrizione_provvedimento=Codice dell'Amministrazione Digitale
 +
}}

Versione attuale delle 17:23, 15 ott 2014

vai all'articolo precedente: Art. 57 DLT 82-2005 vai all'articolo successivo: Art. 58 DLT 82-2005

Art. 57-bis DLT 82-2005 (Indice degli indirizzi delle pubbliche amministrazioni) approfondisci

1. Al fine di assicurare la pubblicità dei riferimenti telematici delle pubbliche amministrazioni e dei gestori dei pubblici servizi è istituito l'indice degli indirizzi della pubblica amministrazione e dei gestori di pubblici servizi, nel quale sono indicati gli indirizzi di posta elettronica certificata da utilizzare per le comunicazioni e per lo scambio di informazioni e per l'invio di documenti a tutti gli effetti di legge tra le pubbliche amministrazioni, i gestori di pubblici servizi ed i privati.
2. La realizzazione e la gestione dell'indice sono affidate a DigitPA, che può utilizzare a tal fine elenchi e repertori già formati dalle amministrazioni pubbliche.
3. Le amministrazioni aggiornano gli indirizzi e i contenuti dell'indice tempestivamente e comunque con cadenza almeno semestrale secondo le indicazioni di DigitPA. La mancata comunicazione degli elementi necessari al completamento dell'indice e del loro aggiornamento è valutata ai fini della responsabilità dirigenziale e dell'attribuzione della retribuzione di risultato ai dirigenti responsabili.