Art. 50 c.p.p.

Da Diritto Pratico.
Versione del 29 set 2013 alle 11:36 di Claudio (Discussione | contributi) (Importazione CSV)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Hai un sito Joomla! o Wordpress?

Scarica il plugin per l'individuazione automatica dei riferimenti normativi

Art. 50 c.p.p. (Azione penale) approfondisci

1. Il pubblico ministero esercita l'azione penale quando non sussistono i presupposti per la richiesta di archiviazione.
2. Quando non è necessaria la querela, la richiesta, l'istanza o l'autorizzazione a procedere, l'azione penale è esercitata di ufficio.
3. L'esercizio dell'azione penale può essere sospeso o interrotto soltanto nei casi espressamente previsti dalla legge.

* vai all'articolo precedente: Art. 49 c.p.p. (Nuova richiesta di rimessione)
* vai all'articolo successivo: Art. 51 c.p.p. (Uffici del pubblico ministero. Attribuzioni del procuratore della Repubblica distrettuale)

Puoi modificare, integrare, correggere e aggiornare questa pagina inserendo note, commenti, giurisprudenza, link ad approfondimenti e articoli. Se non sai come fare consulta le pagine di aiuto o chiedi supporto sul forum.