Art. 396 c.p.

Da Diritto Pratico.
Versione del 1 ago 2014 alle 17:12 di Claudio (Discussione | contributi) (Aggiornamento Codice Penale)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

vai all'articolo precedente: Art. 395 c.p. vai all'articolo successivo: Art. 397 c.p.

Art. 396 c.p. (Uso delle armi in duello) approfondisci

in duello è punito, anche se non cagiona all'avversario una lesione personale , con la reclusione fino a sei mesi o con la multa da lire centomila a due milioni.
Il duellante è punito:
1. con la reclusione fino a due anni, se dal fatto deriva all'avversario una lesione personale, grave o gravissima ;
2. con la reclusione da uno a cinque anni, se dal fatto deriva la morte.
Ai padrini o secondi e alle persone che hanno agevolato il duello, si applica la multa da lire centomila a due milioni.
Se padrini o secondi sono gli stessi portatori della sfida, non si applicano loro le disposizioni dell'articolo precedente.]