Art. 37 DLT 82-2005: differenze tra le versioni

Da Diritto Pratico.
(Adeguamento nuovo template normativa)
(Adeguamento nuovo template normativa)
Riga 3: Riga 3:
 
|articolo=1.  Il certificatore qualificato o accreditato che intende cessare l'attività deve, almeno sessanta giorni prima della data di cessazione, darne avviso a DigitPA e informare senza indugio i titolari dei certificati da lui emessi specificando che tutti i certificati non scaduti al momento della cessazione saranno revocati.<br />2.  Il certificatore di cui al comma 1 comunica contestualmente la rilevazione della documentazione da parte di altro certificatore o l'annullamento della stessa. L'indicazione di un certificatore sostitutivo evita la revoca di tutti i certificati non scaduti al momento della cessazione.<br />3.  Il certificatore di cui al comma 1 indica altro depositario del registro dei certificati e della relativa documentazione.<br />4.  DigitPA rende nota la data di cessazione dell'attività del certificatore accreditato tramite l'elenco di cui all'articolo 29, comma 6.<br />4-bis.  Qualora il certificatore qualificato cessi la propria attività senza indicare, ai sensi del comma 2, un certificatore sostitutivo e non si impegni a garantire la conservazione e la disponibilità della documentazione prevista dagli articoli 33 e 32, comma 3, lettera j) e delle ultime liste di revoca emesse, deve provvedere al deposito presso DigitPA che ne garantisce la conservazione e la disponibilità.<br />
 
|articolo=1.  Il certificatore qualificato o accreditato che intende cessare l'attività deve, almeno sessanta giorni prima della data di cessazione, darne avviso a DigitPA e informare senza indugio i titolari dei certificati da lui emessi specificando che tutti i certificati non scaduti al momento della cessazione saranno revocati.<br />2.  Il certificatore di cui al comma 1 comunica contestualmente la rilevazione della documentazione da parte di altro certificatore o l'annullamento della stessa. L'indicazione di un certificatore sostitutivo evita la revoca di tutti i certificati non scaduti al momento della cessazione.<br />3.  Il certificatore di cui al comma 1 indica altro depositario del registro dei certificati e della relativa documentazione.<br />4.  DigitPA rende nota la data di cessazione dell'attività del certificatore accreditato tramite l'elenco di cui all'articolo 29, comma 6.<br />4-bis.  Qualora il certificatore qualificato cessi la propria attività senza indicare, ai sensi del comma 2, un certificatore sostitutivo e non si impegni a garantire la conservazione e la disponibilità della documentazione prevista dagli articoli 33 e 32, comma 3, lettera j) e delle ultime liste di revoca emesse, deve provvedere al deposito presso DigitPA che ne garantisce la conservazione e la disponibilità.<br />
 
|precedente=Art. 36 DLT 82-2005
 
|precedente=Art. 36 DLT 82-2005
|prec_rubrica=Revoca e sospensione dei certificati qualificati
+
|prec_rubrica= (Revoca e sospensione dei certificati qualificati)
|successiva=Art. 38 DLT 82-2005
+
|successiva=Art. 38 DLT 82-2005
|succ_rubrica=Trasferimenti di fondi
+
|succ_rubrica= (Trasferimenti di fondi)
 
|provvedimento=DLT 82-2005
 
|provvedimento=DLT 82-2005
 
|descrizione_provvedimento=Codice dell'Amministrazione Digitale
 
|descrizione_provvedimento=Codice dell'Amministrazione Digitale
 
}}
 
}}

Versione delle 17:39, 8 mag 2014

vai all'articolo precedente: Art. 36 DLT 82-2005 vai all'articolo successivo: Art. 38 DLT 82-2005

Art. 37 DLT 82-2005 (Cessazione dell'attività) approfondisci

1. Il certificatore qualificato o accreditato che intende cessare l'attività deve, almeno sessanta giorni prima della data di cessazione, darne avviso a DigitPA e informare senza indugio i titolari dei certificati da lui emessi specificando che tutti i certificati non scaduti al momento della cessazione saranno revocati.
2. Il certificatore di cui al comma 1 comunica contestualmente la rilevazione della documentazione da parte di altro certificatore o l'annullamento della stessa. L'indicazione di un certificatore sostitutivo evita la revoca di tutti i certificati non scaduti al momento della cessazione.
3. Il certificatore di cui al comma 1 indica altro depositario del registro dei certificati e della relativa documentazione.
4. DigitPA rende nota la data di cessazione dell'attività del certificatore accreditato tramite l'elenco di cui all'articolo 29, comma 6.
4-bis. Qualora il certificatore qualificato cessi la propria attività senza indicare, ai sensi del comma 2, un certificatore sostitutivo e non si impegni a garantire la conservazione e la disponibilità della documentazione prevista dagli articoli 33 e 32, comma 3, lettera j) e delle ultime liste di revoca emesse, deve provvedere al deposito presso DigitPA che ne garantisce la conservazione e la disponibilità.