Art. 378 c.p.p.: differenze tra le versioni

Da Diritto Pratico.
(Importazione CSV)
 
(Aggiornamento cpp)
 
Riga 1: Riga 1:
{{Articolo|Art. 378 c.p.p. (Poteri coercitivi del pubblico ministero)|1. Il pubblico ministero ha, nell'esercizio delle sue funzioni, i poteri indicati nell'articolo 131.<br/><br />[[Art. 377 c.p.p.|* vai all'articolo precedente: Art. 377 c.p.p. (Citazioni di persone informate sui fatti)]]<br />[[Art. 379 c.p.p.|* vai all'articolo successivo: Art. 379 c.p.p. (Determinazione della pena)]]}}[[category:Codice di Procedura Penale]]
+
{{norma
 +
|rubrica=Art. 378 c.p.p. (Poteri coercitivi del pubblico ministero)
 +
|articolo=1. Il pubblico ministero ha, nell'esercizio delle sue funzioni, i poteri indicati nell'articolo 131.<br />
 +
|precedente=Art. 377 c.p.p.
 +
|prec_rubrica=Citazioni di persone informate sui fatti
 +
|successiva=Art. 379 c.p.p.
 +
|succ_rubrica=Determinazione della pena
 +
|provvedimento=c.p.p.
 +
|descrizione_provvedimento=Codice di Procedura Penale
 +
}}

Versione attuale delle 12:39, 16 lug 2014

vai all'articolo precedente: Art. 377 c.p.p. vai all'articolo successivo: Art. 379 c.p.p.

Art. 378 c.p.p. (Poteri coercitivi del pubblico ministero) approfondisci

1. Il pubblico ministero ha, nell'esercizio delle sue funzioni, i poteri indicati nell'articolo 131.