Art. 365 c.p.p.

Versione del 29 set 2013 alle 10:35 di Claudio (Discussione | contributi) (Importazione CSV)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Hai un sito Joomla! o Wordpress?

Scarica il plugin per l'individuazione automatica dei riferimenti normativi

Art. 365 c.p.p. (Atti ai quali il difensore ha diritto di assistere senza avviso) approfondisci

1. Il pubblico ministero, quando procede al compimento di atti di perquisizione o sequestro, chiede alla persona sottoposta alle indagini, che sia presente, se è assistita da un difensore di fiducia e, qualora ne sia priva, designa un difensore di ufficio a norma dell'articolo 97 comma 3.
2. Il difensore ha facoltà di assistere al compimento dell'atto, fermo quanto previsto dall'articolo 249.
3. Si applicano le disposizioni dell'articolo 364 comma 7.

* vai all'articolo precedente: Art. 364 c.p.p. (Nomina e assistenza del difensore)
* vai all'articolo successivo: Art. 366 c.p.p. (Deposito degli atti cui hanno diritto di assistere i difensori)

Puoi modificare, integrare, correggere e aggiornare questa pagina inserendo note, commenti, giurisprudenza, link ad approfondimenti e articoli. Se non sai come fare consulta le pagine di aiuto o chiedi supporto sul forum.

Ultima modifica il 29 set 2013 alle 10:35