Art. 330 c.p.p.: differenze tra le versioni

Da Diritto Pratico.
(Importazione CSV)
 
(Aggiornamento cpp)
 
Riga 1: Riga 1:
{{Articolo|Art. 330 c.p.p. (Acquisizione delle notizie di reato)|1. Il pubblico ministero e la polizia giudiziaria prendono notizia dei reati di propria iniziativa e ricevono le notizie di reato presentate o trasmesse a norma degli articoli seguenti.<br/><br />[[Art. 329 c.p.p.|* vai all'articolo precedente: Art. 329 c.p.p. (Obbligo del segreto)]]<br />[[Art. 331 c.p.p.|* vai all'articolo successivo: Art. 331 c.p.p. (Denuncia da parte di pubblici ufficiali e incaricati di un pubblico servizio)]]}}[[category:Codice di Procedura Penale]]
+
{{norma
 +
|rubrica=Art. 330 c.p.p. (Acquisizione delle notizie di reato)
 +
|articolo=1. Il pubblico ministero e la polizia giudiziaria prendono notizia dei reati di propria iniziativa e ricevono le notizie di reato presentate o trasmesse a norma degli articoli seguenti.<br />
 +
|precedente=Art. 329 c.p.p.
 +
|prec_rubrica=Obbligo del segreto
 +
|successiva=Art. 331 c.p.p.
 +
|succ_rubrica=Denuncia da parte di pubblici ufficiali e incaricati di un pubblico servizio
 +
|provvedimento=c.p.p.
 +
|descrizione_provvedimento=Codice di Procedura Penale
 +
}}

Versione attuale delle 12:33, 16 lug 2014

vai all'articolo precedente: Art. 329 c.p.p. vai all'articolo successivo: Art. 331 c.p.p.

Art. 330 c.p.p. (Acquisizione delle notizie di reato) approfondisci

1. Il pubblico ministero e la polizia giudiziaria prendono notizia dei reati di propria iniziativa e ricevono le notizie di reato presentate o trasmesse a norma degli articoli seguenti.