Art. 247 c.p.

vai all'articolo precedente: Art. 246 c.p. vai all'articolo successivo: Art. 248 c.p.

Art. 247 c.p. (Favoreggiamento bellico) approfondisci

Chiunque, in tempo di guerra, tiene intelligenze con lo straniero per favorire le operazioni militari del nemico a danno dello Stato italiano, o per nuocere altrimenti alle operazioni militari dello Stato italiano, ovvero commette altri fatti diretti agli stessi scopi, è punito con la reclusione non inferiore a dieci anni; e, se raggiunge l'intento, con la morte.


Ultima modifica il 1 ago 2014 alle 17:01