Art. 241 c.p.

vai all'articolo precedente: Art. 240 c.p. vai all'articolo successivo: Art. 242 c.p.

Art. 241 c.p. (Attentati contro l'integrità, l'indipendenza e l'unità dello Stato) approfondisci

Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque compie atti violenti diretti e idonei a sottoporre il territorio dello Stato o una parte di esso alla sovranità di uno Stato straniero, ovvero a menomare l'indipendenza o l'unità dello Stato, è punito con la reclusione non inferiore a dodici anni.
La pena è aggravata se il fatto è commesso con violazione dei doveri inerenti l'esercizio di funzioni pubbliche.


Ultima modifica il 1 ago 2014 alle 17:10