Art. 23 disp.att.c.p.c.

Da Diritto Pratico.
Versione del 16 dic 2022 alle 23:08 di Claudio (Discussione | contributi) (Riforma processo civile 2022)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

vai all'articolo precedente: Art. 22 disp.att.c.p.c. vai all'articolo successivo: Art. 24 disp.att.c.p.c.

Art. 23 disp.att.c.p.c. (Vigilanza sulla distribuzione degli incarichi) approfondisci

Il presidente del tribunale e il presidente della corte di appello vigilano affinchè, senza danno per l'amministrazione della giustizia, gli incarichi siano equamente distribuiti tra gli iscritti nell'albo in modo tale che a nessuno dei consulenti iscritti possano essere conferiti incarichi in misura superiore al 10 per cento di quelli affidati dal rispettivo ufficio, e garantiscono che sia assicurata l'adeguata trasparenza del conferimento degli incarichi anche a mezzo di strumenti informatici.
Per l'attuazione di tale vigilanza gli incarichi affidati e i compensi liquidati dal giudice agli iscritti nell'albo sono annotati nei sistemi informatici regolamentati secondo le regole tecniche per l'adozione nel processo civile delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Gli incarichi e i compensi sono altresì pubblicati sul sito dell'ufficio giudiziario.