Art. 215 RD 267-1942

Da Diritto Pratico.
Versione del 14 nov 2014 alle 20:32 di Claudio (Discussione | contributi) (Aggiornamento Legge Fallimentare)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

vai all'articolo precedente: Art. 214 RD 267-1942 vai all'articolo successivo: Art. 216 RD 267-1942

Art. 215 RD 267-1942 (Risoluzione e annullamento del concordato) approfondisci

Se il concordato non è eseguito, il tribunale, su ricorso del commissario liquidatore o di uno o più creditori, pronuncia, con sentenza in camera di consiglio, la risoluzione del concordato. Si applicano le disposizioni dei commi dal secondo al sesto dell'articolo 137.
Su richiesta del commissario o dei creditori il concordato può essere annullato a norma dell'articolo 138.
Risolto o annullato il concordato, si riapre la liquidazione amministrativa e l'autorità che vigila sulla liquidazione adotta i provvedimenti che ritiene necessari.