Art. 196 c.p.p.: differenze tra le versioni

Da Diritto Pratico.
(Importazione CSV)
 
(Aggiornamento cpp)
 
Riga 1: Riga 1:
{{Articolo|Art. 196 c.p.p. (Capacità di testimoniare)|1. Ogni persona ha la capacità di testimoniare.<br/> 2. Qualora, al fine di valutare le dichiarazioni del testimone, sia necessario verificarne l'idoneità fisica o mentale a rendere testimonianza, il giudice anche di ufficio può ordinare gli accertamenti opportuni con i mezzi consentiti dalla legge.<br/> 3. I risultati degli accertamenti che, a norma del comma 2, siano stati disposti prima dell'esame testimoniale non precludono l'assunzione della testimonianza.<br/><br />[[Art. 195 c.p.p.|* vai all'articolo precedente: Art. 195 c.p.p. (Testimonianza indiretta)]]<br />[[Art. 197 c.p.p.|* vai all'articolo successivo: Art. 197 c.p.p. (Incompatibilità con l'ufficio di testimone)]]}}[[category:Codice di Procedura Penale]]
+
{{norma
 +
|rubrica=Art. 196 c.p.p. (Capacità di testimoniare)
 +
|articolo=1. Ogni persona ha la capacità di testimoniare.<br />2. Qualora, al fine di valutare le dichiarazioni del testimone, sia necessario verificarne l'idoneità fisica o mentale a rendere testimonianza, il giudice anche di ufficio può ordinare gli accertamenti opportuni con i mezzi consentiti dalla legge.<br />3. I risultati degli accertamenti che, a norma del comma 2, siano stati disposti prima dell'esame testimoniale non precludono l'assunzione della testimonianza.<br />
 +
|precedente=Art. 195 c.p.p.
 +
|prec_rubrica=Testimonianza indiretta
 +
|successiva=Art. 197 c.p.p.
 +
|succ_rubrica=Incompatibilità con l'ufficio di testimone
 +
|provvedimento=c.p.p.
 +
|descrizione_provvedimento=Codice di Procedura Penale
 +
}}

Versione attuale delle 12:57, 16 lug 2014

vai all'articolo precedente: Art. 195 c.p.p. vai all'articolo successivo: Art. 197 c.p.p.

Art. 196 c.p.p. (Capacità di testimoniare) approfondisci

1. Ogni persona ha la capacità di testimoniare.
2. Qualora, al fine di valutare le dichiarazioni del testimone, sia necessario verificarne l'idoneità fisica o mentale a rendere testimonianza, il giudice anche di ufficio può ordinare gli accertamenti opportuni con i mezzi consentiti dalla legge.
3. I risultati degli accertamenti che, a norma del comma 2, siano stati disposti prima dell'esame testimoniale non precludono l'assunzione della testimonianza.