Asilo politico: permesso a svolgere attività lavorative in caso di ricorso

Da Diritto Pratico.

Sei un professionista?

Scopri come Diritto Pratico può aiutarti a promuovere gratuitamente la Tua attività

In caso di ricorso giurisdizionale contro il rigetto della domanda d'asilo da parte della Commissione Territoriale competente è possibile continuare a svolgere attività lavorativa?

Si. La circolare del Ministero dell'Interno prot. n. 4089 del 13/07/2010 chiarisce che gli stranieri richiedenti asilo che abbiano presentato ricorso giurisdizionale contro il rigetto della domanda d’asilo da parte della Commissione Territoriale competente (inevasa nei primi sei mesi di soggiorno) possono ottenere il rilascio di un permesso di soggiorno per richiesta protezione internazionale che permetta di svolgere attività lavorativa.  Asilo: rinnovato per sei mesi il permesso di soggiorno ai cittadini stranieri che abbiano proposto ricorso contro la decisione negativa di riconoscimento di protezione internazionale Per approfondimenti: Ministero dell'Interno - Asilo

Dati estratti dal dataset "Enciclopedia delle Domande e Risposte" realizzato da FormezPA e ridistribuiti sul wiki di Diritto Pratico nel rispetto della licenza Italian Open Data License v2.0.

Puoi modificare, integrare, correggere e aggiornare le informazioni di questa pagina o inserirne di nuove (note, commenti, link ad approfondimenti e articoli). Se non sai come fare consulta le pagine di aiuto o chiedi supporto sul forum.