Riduzione del pignoramento

Da Diritto Pratico.

Definizione

È il provvedimento con il quale il giudice dell'esecuzione, su istanza del debitore esecutato o d'ufficio, sentiti il creditore pignorante e i creditori intervenuti, riduce il vincolo del pignoramento ad alcuni soltanto dei beni sottoposti ad esecuzione, disponendo contestualmente la liberazione degli altri, quando il valore degli stessi è superiore all'importo dei crediti per cui si procede e alle spese (art. 496 c.p.c.).

La riduzione del pignoramento non può essere disposta prima dell'udienza di autorizzazione alla vendita, poiché si lederebbero i diritti di quei creditori che fino a tale udienza e successivamente alla riduzione potrebbero intervenire, per concorrere al riparto.

La riduzione del pignoramento è uno strumento previsto dalla legge per evitare che dall'attività esecutiva possano derivare danni eccessivi nei confronti del debitore. Essa non è applicabile nel caso in cui il debitore contesti l'entità della pretesa creditoria; in tal caso questi dovrà far valere le proprie ragioni con l'opposizione all'esecuzione.

Il provvedimento con il quale il giudice dell'esecuzione dispone la riduzione del pignoramento è un'ordinanza, che può essere impugnata col rimedio giuridico dell'opposizione agli atti esecutivi (ex art. 617 c.p.c.), revocata o modificata fino a quando non sia stata eseguita.

Esempio istanza di riduzione

TRIBUNALE DI ___
Esecuzione n. ___ R.g.e. - GE Dott. ___

___ (inserire le generalità del debitore istante), residente in ___, ed elettivamente domiciliato in ___, alla via ___, al n. ___, nello studio dell’Avv. ___, che lo rappresenta e difende, in forza di procura alle liti rilasciata (indicarne gli estremi), nella qualità di debitore esecutato nel processo esecutivo n. ___ R.E., promosso in suo danno da ___ (inserire il creditore pignorante);

PREMESSO
  • che nei confronti dell’opponente risultano creditori, nel procedimento esecutivo di cui sopra (indicare i crediti vantati dal procedente e dagli intervenuti secondo un prospetto del genere):
  1. ___ (indicare il creditore) per complessivi euro ___, di cui euro ___ per capitale, euro ___ per interessi (indicarne tipologia e tasso), euro ___ per spese sostenute (ad es. quelle liquidate nel titolo azionato);
  2. ___ (indicare il creditore) per complessivi euro ___, di cui euro ___ per capitale, euro ___ per interessi (indicarne tipologia e tasso), euro ___ per spese sostenute (ad es. quelle liquidate nel titolo azionato);
  3. ___ (indicare il creditore) per complessivi euro ___, di cui euro ___ per capitale, euro ___ per interessi (indicarne tipologia e tasso), euro ___ per spese sostenute (ad es. quelle liquidate nel titolo azionato);
  • che, pertanto, il valore complessivo dei crediti azionati nelle procedure di cui sopra, è pari ad euro ___, (dar conto dei pagamenti eventualmente eseguiti medio tempore e della relativa imputazione);
  • che, viceversa, il valore complessivo dei beni pignorati è pari ad euro ___ (indicare la fonte: ad es., la relazione di stima, nonché gli ulteriori elementi di valutazione, come le riduzioni di prezzo già apportate rispetto quello originario);
  • che appare evidente la sproporzione che intercorre tra l’ammontare dei crediti azionati nella presente procedura ed il valore di realizzo di tutti i beni vincolati con l’atto di pignoramento;
  • che, in particolare, il solo bene ___ (ripetere la descrizione di cui all’atto di pignoramento) rappresenta una sufficiente garanzia per i diritti di credito azionati;
  • che una simile sproporzione grava oltremodo la posizione dell’esecutato e concretizza una ipotesi di abuso del mezzo espropriativo, cui dovrà porsi rimedio operando la riduzione del pignoramento al solo bene ___ (ripetere la descrizione di cui all’atto di pignoramento), con immediata liberazione di ogni altro cespite;
CHIEDE

che il Giudice dell’esecuzione:

  • disponga l’audizione delle parti;
  • pronunci, all’esito, ordinanza con la quale riduca il pignoramento al solo bene indicato in premessa, o a quello diverso che riterrà;
  • ordini la liberazione degli altri cespiti (e nel caso di pignoramento immobiliare) e la conseguente cancellazione della trascrizione del vincolo, eseguita il __ presso la Conservatoria dei registri immobiliari di ___, ai numeri ___ R.G. e nn. ___ R.P.

Si allegano i seguenti documenti:

1) ___;

2) ___;

___ lì, ___

Avv. ___



Esempio Ordinanza di riduzione

TRIBUNALE DI ___

Esecuzione n. ___ R.g.e.i. promossa da ___ (creditrice procedente) contro ___(debitrice esecutata). Udienza del ___.

Il Giudice dell’Esecuzione

Rilevato che l'istanza di riduzione del pignoramento può essere accolta nei limiti precisati dal debitore esecutato; visto l'art. 496 c.p.c.

RIDUCE

il pignoramento oggetto della presente procedura limitandolo ai seguenti beni :

  1. unità immobiliare posta nel Comune di ___ rappresentata al NCEU del Comune di ____
  2. unità immobiliare posta nel Comune di ___ rappresentata al NCEU del Comune di ____
  3. unità immobiliare posta nel Comune di ___ rappresentata al NCEU del Comune di ____

così liberando dal vincolo del pignoramento i beni residui e precisamente:

  1. unità immobiliare posta nel Comune di ___ rappresentata al NCEU del Comune di ____
  2. unità immobiliare posta nel Comune di ___ rappresentata al NCEU del Comune di ____

Al fine di verificare la puntualità nei versamenti disposti con la separata ordinanza di conversione del pignoramento, rinvia la procedura alla nuova udienza del ___

___ lì, ___

Il G.d.E.