Dichiarazione sostitutiva di certificazione per l’esenzione dalla condanna al pagamento delle spese di soccombenza nei giudizi previdenziali

Da Diritto Pratico.

((:

$[titolo:Dichiarazione sostitutiva di certificazione;sottotitolo:per l'esenzione dalla condanna al pagamento delle spese di soccombenza nei giudizi previdenziali (art. 152 disp.att.cpc);autore:Roberto Arcella;]

 

$[:intro App per redigere in modo automatizzato l'autocertificazione reddituale per l'esenzione dalla condanna al pagamento delle spese di soccombenza nei giudizi previdenziali.]

 

$[:testo Ai sensi dell'<a href="http://wiki.dirittopratico.it/Art._152_disp.att.c.p.c." target="_blank">art. 152 disp.att. cpc</a>, "... nei giudizi promossi per ottenere prestazioni previdenziali o assistenziali la parte soccombente, salvo comunque quanto previsto dall'articolo 96, primo comma, del codice di procedura civile, non può essere condannata al pagamento delle spese, competenze ed onorari quando risulti titolare, nell'anno precedente a quello della pronuncia, di un reddito imponibile ai fini IRPEF, risultante dall'ultima dichiarazione, pari o inferiore a due volte l'importo del reddito stabilito ai sensi degli articoli 76, commi da 1 a 3, e 77 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 2002, n.115. L'interessato che, con riferimento all'anno precedente a quello di instaurazione del giudizio, si trova nelle condizioni indicate nel presente articolo formula apposita dichiarazione sostitutiva di certificazione nelle conclusioni dell'atto introduttivo e si impegna a comunicare, fino a che il processo non sia definito, le variazioni rilevanti dei limiti di reddito verificatesi nell'anno precedente...".]

 

$[:titolo3 Dati anagrafici del dichiarante]

$[nome:nome;descrizione:Nome;]

$[nome:cognome;descrizione:Cognome;]

$[nome:data;descrizione:Data di nascita;formato:data;]

$[nome:comune;descrizione:Comune di nascita;tipo:tabella(Elenco Comuni Italiani|apps|1,1);formato:libero;]

$[nome:sesso;descrizione:Indica il sesso (inserici la lettera F per femminile, M per maschile o lascia in bianco per farlo individuare al programma in base al nome di battesimo);opzionale;]

$[nome:codicefiscale;descrizione:Se hai compilato correttamente i campi precedenti, un semplice click sul campo calcolerà il codice fiscale consentendo la valorizzazione automatica del campo;tipo:cf(nome=nome|cognome=cognome|data=data|comune=comune|sesso=sesso);]

$[:separatore]

 

$[nome:comuneResidenza;descrizione:Individua il comune di residenza iniziando a scrivere città ed eventuale indirizzo...;tipo:dataset(cap|1 2 3,1-2-3-4-5-6-7|indirizzo 2 cap 3 provincia 4 comuneResidenza 5);]

$[nome:cap;descrizione:Codice di avviamento postale (CAP);] 

$[nome:indirizzo;descrizione:Indirizzo;]

$[nome:provincia;descrizione:Provincia;]

$[nome:reddito;descrizione:Indica il reddito complessivo del proprio nucleo familiare;formato:valuta;]

 

$[:titolo3 Dati della causa]

$[nome:AG;descrizione:Indica il foro competente (es. "Trbunale di Napoli Nord");formato:libero;]

$[nome:valore;descrizione:Indica il valore della causa;formato:valuta;]

$[nome:luogo;descrizione:Luogo di redazione della dichiarazione;persistente;]

 

$[nome:anno($ANNO-1);intero;]

$[nome:limiteGP($anno);scaglione:reddito GP 1;formato:valuta;]

$[nome:limiteReddito($limiteGP*2);formato:valuta;]

 

$[:app Dichiarazione_sostitutiva_di_certificazione_per_l’esenzione_dal_pagamento_del_contributo_unificato_nelle_cause_innanzi_al_giudice_del_lavoro|genera l'autocertificazione per l'esenzione dal pagamento del contributo unificato|nome@@$nome|cognome@@$cognome|data@@$data|comune@@$comune|codicefiscale@@$codicefiscale|comuneResidenza@@$comuneResidenza|cap@@$cap|indirizzo@@$indirizzo|provincia@@$provincia :]

 

:))((:$reddito>$limiteReddito::$ERRORE(Attenzione, il reddito indicato è superiore alla soglia di legge pari ad € $limiteReddito!):))$MARGINI(10,10,10,10)$NOMEFILE(dichiarazione 152dispatt)

 

 

dichiarazione sostitutiva di certificazione

per l’esenzione dalla condanna al pagamento delle spese di soccombenza nei giudizi previdenziali

(art. 152 disp. att. c.p.c.)

 

$MAIUS($AG)

$GENERE($nome $codicefiscale|Il sottoscritto|La sottoscritta) $nome $cognome (CF: $codicefiscale), nat$GENERE($nome $codicefiscale|o|a) a $comune ($WIKI($comune|provincia)) il $data, residente in $comuneResidenza ($provincia), ((:$indirizzo^::$indirizzo, :))avendo proposto azione giudiziaria per conseguire prestazioni o benefici previdenziali o assistenziali, come risulta dal ricorso a cui la presente dichiarazione viene allegata;

CHIEDE

ai sensi degli artt. 152 disp. att. C.P.C. (come modificato dall’art. 42 D.L. 30.09.2003 n° 269, convertito in legge 24.11.2003 n° 326, e dal comma 1°, lett. b), n. 2) dell'art. 38, D.L. 6 luglio 2011, n. 98, convertito in Legge 15 luglio 2011, n. 111.) e 76 D.P.R. 30.05.2002 n° 115, di essere esentato, in caso di soccombenza, dal pagamento delle spese processuali.

A tal fine dichiara, consapevole delle responsabilità di legge derivanti da dichiarazioni false o reticenti:

  • di aver conseguito, nell'anno $anno, un reddito pari a euro $reddito ($INLETTERE($reddito)).
  • che sussistono pertanto le condizioni di reddito previste per la concessione del beneficio, in quanto il reddito complessivo del proprio nucleo familiare nell’anno sopra indicato, determinato secondo le modalità indicate nell’76 D.P.R. 30.05.2002 n° 115, risulta inferiore ad a Euro $limiteReddito.

Dichiara di impegnarsi a comunicare entro trenta giorni dalla scadenza del termine di un anno a far tempo dalla data di presentazione dell’istanza, e fino a quando il procedimento non sia definito, le eventuali variazioni dei limiti di reddito verificatesi nell’anno precedente, rilevanti ai fini della concessione del beneficio.

Dichiara che il valore della controversia è ((:$valore=0::indeterminabile:))((:$valore>0::pari ad euro $valore:)).

 

$luogo, $DATA.

$nome $cognome

____________________

Modello utilizzabile con Redattore PDF, l'app per creare le apps di Diritto Pratico