Acquiescenza

Da Diritto Pratico.

L'acquiescenza è il comportamento con il quale la parte soccombente manifesta la volontà di accettare gli effetti della sentenza. Si definisce espressa, quando consiste in una esplicita dichiarazione in tal senso; tacita, invece, quando si sostanzia in un comportamento incompatibile con la volontà di impugnare. Tale ipotesi non ricorre nel caso in cui una parte abbia spontaneamente adempiuto un provvedimento esecutivo oppure abbia effettuato un pagamento, al solo scopo di evitare l'esecuzione forzata nei suoi confronti.

L'acquiescenza impedisce l'impugnazione.